190212 zoltar portfolio

19/02/2012

Questo è il mio portfolio
La maggior parte dei miei lavori sono banner.
Perché?
Mi è sempre piaciuto raccontare piccole storie con testi e immagini in movimento… un po’ come i cartoni animati, infatti dalla mia infanzia ha origine tutto.

Questo è Piccolo Blu e Piccolo Giallo , una favola che mi fu regalata in tenera età, la chiave della mia meraviglia e del mio stile che tuttora applico ogni volta uso i colori.

Mi emoziono sempre davanti alla magia dei colori che si sovrappongono.

100911 BUONCOMPLEANNO ZOLTAR.IT

10/09/2011

2001 Ufficialmente oggi nasceva zoltar.it

Il giorno dopo la mia generazione verrà marchiata dalle Torri Gemelle.
Quel giorno e BRAND:NEW erano i miei punti di riferimento per raccontarmi la visione positiva che avevo della Vita.

Poi una ragazza lo lesse e se ne innamorò e mi scrisse questa dedica

250811 iOSono Io

25/08/2011

La mia amica Morgana, che vive e lavora a San Francisco, mi racconta quanto Apple venga evitata dagli informatici perché se devi andare al cesso devi chiedere il permesso a Steve.

Steve Jobs è una testa di cazzo, una di quelle persone che se girano il pollice verso vieni portato via dalle guardie e lui ti volta le spalle nonostante tu abbia lavorato 1 anno intero su un colore più tenue del Myriad font nell’app Weather dell’iPhone.
Un esempio?
Basta guardare una delle sue ultime apparizioni al Cupertino City Council dove chiede(?) alla giunta l’autorizzazione per la costruzione della nuova fantascientifica sede circolare di Apple.
“Io sono io… e voi non siete un cazzo”

Eppure tutta quella sua granitica supponenza io la giustifico con questa sua illuminante frase:
It’s really hard to design products by focus groups. A lot of times, people don’t know what they want until you show it to them.

Perchè quasi tutto quello che ha immaginato è la dimostrazione di essere una necessità evolutiva per la gente che davanti a una sua idea esclamava: “OH! Questo è quello che mi serviva!” e non mi riferisco solo all’iPhone, ma anche all’ iMac (un computer con un solo filo) o anche all’OSX (che anche mia madre sa usare), certo se poi vuoi fare a testate con Steve basta aprire iTunes.

Ora cosa ci aspetta?
Adesso io dico che sono cazzi, perchè il genio cocciuto si ritira e il panorama è composto solo da aziende che non sanno immaginare il futuro: si affidano ai capricci della stampa e dei social network, cercando poi di generare necessità con bilionate di espedienti pubblicitari per poi vantarne l’efficacia agli investitori.

Non me ne voglia Tim Cook ma spero che Steve gli abbia passato la sua visione futuristica dei prossimi 100 anni scolpita su tavole di pietra, altrimenti, per Apple, l’innovazione verrà portata avanti da dieci focus group che voteranno la percentuale di trasparenza del Myriad font nell’app Weather dell’iPhone.

Mi mancherai testa di cazzo,
fai il bravo e curati.


scritto dal mio MacBook Air

240811 James Ajò

24/08/2011

Verso le sette di mattino, quando ancora dormivo della grassa, sogno James Brown in concerto che inizia con i suoi gridolini: “Iiihhaa!” “Gheroppa!” “UH!” “sexmascinna” “IIIIIIhhoo!!” …”Ajòòò!”

“Ajò” ???
mi sveglio e  sotto la finestra c’era Angelo che con i tipici richiami portava al pascolo le capre: “Eeja!” “AAAUUU!” “Ajòòò!”

080811 trasformattazione

8/08/2011

Conoscere bene i luoghi dell’estate toglie quella titubanza del “in che spiaggia andiamo adesso?” “bho!” per far spazio a “mi metto qua eCciao!”

Quest’anno sono così consapevole di quello che mi circonda che lo stato mentale non è più
format c:
ma mi trasformerò in un albero di mirto.

260711 Scaricarsi la faccia

26/07/2011

Se c’è una cosa che Facebook non può darti immediatamente è poter leggere il tuo passato.

Oggi scopro che posso scaricare tutte le minchiate che ho scritto in poche mosse, eccole qua: Account > Account settings > e in basso c’è la voce Download your information.

Non è immediato.
C’è da aspettare eh! Anche mezza giornata, ma è divertente rileggersi. Come era qua

220711 ossessione vergognosa

22/07/2011


Zoltar hai un sogno ricorrente?
mmm, no… AH sì! ehm… sì…
Cioè?

Mi vergogno veramente tanto a dirlo ma almeno una volta al mese il mio il sogno ricorrente è che mi si rompa l’iPhone, ogni volta in modo diverso.
Stanotte finiva in mare e io cercavo di asciugarlo col caldo della sabbia. ungenio.

130711 chissà perchè luglio

13/07/2011

Non me lo so spiegare ma a luglio và così: mi si chiude la vena dell’indolenza e mi metto a scrivere su questo arzillo blog che ad agosto fa 10 anni.

E manco a farlo apposta mi ripeterò con il post di 2 anni fa: vado a vedere il nanetto viola a Perugia e poi compilation plastica number 6!

antichi cerchi

120711 Take Black

13/07/2011

Ore 13.15:  L’intero quartiere di San Siro va in Blackout, i semafori non lampeggiano nemmeno. il mio Mac ringrazia della frustata.

Poi ricordo: allo stadio devono aver acceso il palco i Take That
…o la pedana vibrante di Robbie

110711 SociaLire 0.5

11/07/2011

M’accorgo che l’Euro ha scancellato un’abitudine preduemila: nessuno scrive più sui soldi!

Una volta si scriveva qualsiasi vaccata sui soldi, quella che più mi faceva ridere era:
“In caso d’incendio GIRARE”
…curioso giravi e…
“Ho detto d’incendio scemo!”

Che poi quest’usanza non è che cambi molto da Facebook e Twitter.

“Pirla chi legge”

090711 gabolerie

9/07/2011

Google+ : Morgan Stanley = Finanziaria : Corte d’Appello di Milano

080711 Loading…

7/07/2011

“AH quanto tempo,
a fissar barre di caricamento!”

070711 La rivincita dei Nerds I

7/07/2011

Vorrei rassicurare tutti che sto benissimo. “Questo lo sappiamo, sei sempre su FB, Skype, Messenger…e adesso pure su Twitter!”

è un periodo in cui scrivere online è cosa comune e padroneggiare la tecnologia è cosa figa e io non riesco più a darmi una collocazione emotiva.

Per 3 decenni sornione nascondevo in tasca quel pezzo di futuro chiamato computer :”Tanto voi non capite!”

Ora che l’hanno capito, io che faccio?

edulcorando: attento a ciò che desideri potrebbe avverarsi

03012011 Ebraisburg

17/01/2011

Il quartiere ebraico di Williamsburg è un vero e proprio ghetto: nel momento in cui ti trovi su su Lee ave la superiorità è schiacciante: sono l’unico a non avere un cappello alto una spanna e un cappotto nero
Le scritte dei negozi sono indecifrabili come nei sogni.
L’austerità della gente mi schiaccia lo sguardo in basso ma quando lo alzo incrocio queste donne rigorosamente con passeggino che hanno suppergiù venticinque anni e una bellezza acqua e sapone tale da pulire anche il più sporco dei pensieri.
Gli uomini hanno il passo svelto come se avessero un importante appuntamento con Mosè in persona

Cerco di strappare qualche foto, ma ho sempre il timore che dal cielo arrivi una mano per afferrarmi…

020111 two farmers, two mariners and mayo

4/01/2011

Uno dei motivi casuali per questo viaggio è che non siamo soli: Guido, Benedeta e Giorgio sono anche loro a NY!

Avevo proprio voglia di provare la sensazione di vederli dall’altra parte dell’oceano, condividere la metropoli delle meraviglie come se fosse la rituale pizza domenicale milanese.

C’è la sensazione di essere qua e là.
Di passarsi il tubo della maionese in mezzo ai grattacieli. àncore emotive

010111 in pigiama sulla 5th

3/01/2011

tutto ebbe inizio nell’agosto di 10 anni fa…
La sensazione di meraviglia nel vedere NY si è trasformata: è come se abitassi in una casa molto grande che va da Milano, Londra e New York.

Lo stupore è diventato piacere e fare colazione da Marlow ha il sapore del sole che alla domenica illumina le fette biscottate.

31122010 I NY

31/12/2010


Rieccomi a scrivere perché i viaggi é bello incastonarli nei ricordi, Arrivare il 31 dicembre a Broccolino x
per trovare il fratello giramondo e non solo…
Heatrow rimodernata che ci regala un Wagamama che ci autorizza a un altezzoso “No, thanks” all’arrivo del pasto intercontinentale.
Mi accorgo che nonostante il mio dubbio giudizio su Lost mi ritrovo a cercare nei passeggeri il sosia di Jack, Locke e Mr. Eko… ma solo dopo un paio di birre incrocio Kate al cesso.

31122010 pronti?

31/12/2010

3 2 1…

091010 è una casa molto carina

11/10/2010

Qui i miei pensieri sono ridotti a briciole perchè Facebook se li mangia, ma Oggi lo voglio scrivere.

Ho traslocato, ho imbiancato e gli operai se ne sono andati, nuda ella si mostra.
La guardo e le dico quanto è bella.

Quando faccio colazione la luce (anche grigia) riempie la sala scacciando la mia metereopatia.
Le accarezzo il parquet ristrutturato e  il suo studio mi regala una gigantesca scrivania dove ci sta sopra il mio mondo.

grazie artemisia per averla trovata
grazie a lauretta&lili per una metà
e grazie a mamma e a papà

270510 il mio ragazzo dei sogni non c’è più

27/05/2010

TRASPARENTE

Mentre andava verso casa fumando una sigaretta, gli passarono accanto due giovanotti in abito da sera e sentì uno di loro sussurrare all’altro: “Quello è Dorian Gray”. Gli tornò in mente il piacere che era solito provare una volta quando la gente lo indicava, o lo guardava, o parlava di lui. Ora era stanco di sentir pronunciare il suo nome.

In ogni mia danza c’è un po’ di te.

130410 sul culinario

13/04/2010

130410

Un mese fa andammo in un rinomatissimo ristorante vicino Milano: il D’O.
- Non nominare il nome di D’O invano - direbbero i suoi estimatori, invece lo nomino eccome perchè vane furono le sue portate.

Ci trovammo davanti a un quesito: “…e adesso se ci chiede com’è andata, che gli rispondiamo?!”

Valerio Visintin risponde alla nostra domanda entusiasmandoci per tutta la giornata: Attenti al cuoco!

AL CUOCO! AL CUOCO!

170110 e anche il duemilanove…

19/01/2010

170110

Eppure il 2009 non lo butto via, anzi, essendo il brutto anatroccolo del nuovo millennio credo che me lo ricorderò con tenerezza.

Ma poi questo 2009 un regalo me l’ha fatto, proprio sul filo di lana un regalo grande come una casa!

No, non ci sposiamo!
Nemmeno bambini in arrivo, ma…
non ci sto più nella pelle di lavorarci su!

051109 la nuova scuola

4/11/2009

051109

Oggi stavo girando per il supermercato e questo è il periodo di cartelle, astucci, quaderi, diari… diario: la maggiorparte di noi aveva la Smemoranda

Adesso se dovessi tornare al liceo, avrei ancora i diario?
Io credo che mi porterei il mio MacBook Air e l’iPhone per prendere appunti e i compiti da svolgere.

Sai che quasi quasi mi iscrivo alle 150 ore?

XX1109 del mio tempo

4/11/2009

041109b

L’altro giorno Fabio parlava della sensazione a scuola dell’ora buca.

Ci penso e quando entrava la bidella ad annunciare: “no, non c’è ogg’ è malàt!’” partiva una sensazione di euforia diffusa che sparpagliava la classe, per i corridoi o al bar di fronte.

Era come se da una situazione seria venisse aperta una porticina nel mondo di Alice: il mio svago.

Ecco io mi sento così in questo periodo. In costante ora buca.

041109 come sto?

4/11/2009

041109

È passato quasi un mese e questa dovrebbe essere l’ultima serata della mia gamba semi ingessata, non vedo l’ora ma non l’odora.

La “malattia” è stata rigenerativa: osservare l’autunno dalla finestra mi ha dato quella sensibilità che da tempo avevo perso.

Fissare un cielo grigio invaso da chiome rosse gialle e arancio mi dona serenità.

alla via così

061109 un bambino nel corpo di un vecchio

6/10/2009

sardegna309

Bè questa la devo proprio raccontare a Memoria futura.

Mi trovo al parco per la mia semplice corsa serale più qualche tiro solitario a canestro. Dei ragazzi mi invitano alla loro partita e il ragazzino che è in me mi tira per la maglia. Accetto riluttante.
Il mio IO scatta, il mio fisico cade a terra dopo 3 minuti senza nemmeno aver toccato palla.
Tendine d’Achille lesionato.
Ora sono al Gaetano Pini che aspetto di essere operato, poi 60 giorni di riabilitazione.

040909 canali londinesi

10/09/2009

040909

Hai presente la giornata tranquilla con il sole e l’aria frizzolina?

Magari con gli amici più cari
e magari a Londra tra i canali che non hai mai visto?
e per finire nel ristorante indiano dietro casa di Anna?

Ecco il bank holiday è andato proprio così.

030909 colmi culinari londinesi

3/09/2009

030909

Trovandomi a mangiare uno spuntino verso l’ora del the il signore a me di fianco ordina un sontuoso cappuccino cremoso.
Nulla di che.

5 minuti dopo l’ombra del cameriere si ripresenta servendo al signore un ricco piatto di pesce fritto.

Non credo che si possa andare oltre.

280809 e adesso Londra!

28/08/2009

pixeltrasp
Il classico ritorno a ricaricaricare la scatola delle Idee, ma questa volta avremo un Ale sparato dal Mozambico alla City, i Guidosh da Sprizlandia e Anna&Sacci!

Con il carnevale di Notthing hill che non ho mai visto, sarà una settimana colorata e stupidissimj!

070809 Ajò!

6/08/2009

sardegna309
Testsardotest
Testardo